Credenze popolari

Da sempre l’umanità ha l’abitudine di mettere in relazione gli eventi eccezionali della propria vita con la periodicità dei movimenti astrali.

L’accertata influenza della Luna sulle maree ha illuminato sui possibili coinvolgimenti dei pianeti sulle nostre esistenze generando gli oroscopi, le comete che ci sfrecciano accanto sono state spesso viste come portatrici diavvenimenti funesti, come il senso di paura che ci cade dentro quando il sole si oscura in un’eclissi.

Marte si avvicina alla Terra e le centrali elettriche vanno in tilt in Italia come a New York, e questo pomeriggio pure Londra ha dovuto rinunciare alle sue luci. Stanno risucchiando la nostra energia?

I più blasonati film di fantascienza hanno spesso collegato l’assorbimento di elettricità alla vicinanza di entità aliene, mi vengono in mente “Incontri ravvicinati del terzo tipo” e “Independence day” ma certamente altri hanno giocato sull’efficacia dell’abbinamento.

Il rischio, dicono, persisterà per tutto il 2004; quando Marte si sarà allontanato?

Siamo seri! Certamente non esiste nessuna relazione tra i problemi energetici della Terra e la relativa vicinanza del Pianeta Rosso, ma pure l’inspiegabile insistente presenza di Ignazio La Russa cos’è se non una manifestazione aliena?

E lo spazio ridotto nella gestione sui link su Splinder, non è un assorbimento di potenza?

P.S.: Se siete appassionati di osservazioni, c’è un telescopio telecomandabile da Internet, ma anche qui, tutte le funzionalità saranno ripristinate quando Marte sarà passato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.