La porno chiesa

La notizia del giorno è sicuramente questa:

Per un film pornografico girato in una chiesa dovranno essere nuovamente celebrati tutti i riti ospitati nel luogo sacro, è la prima conseguenza del sequestro di una cassetta con immagini girate nella chiesa di San Vincenzo a Gioia vecchio, frazione di Gioia dei Marsi, con attori professionisti che rischiano l’accusa di vilipendio.
Oltre alle accuse ad attori e regista (che avevano comunque chiesto il permesso di utilizzare la chiesa per ambientarvi un film) per il diritto canonico sara’ necessario ”riabilitare” i matrimoni, le comunioni e gli altri riti celebrati nella struttura perche’ dopo la profanazione sono da ritenersi illeciti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.