Directions e i taxi di Sòfia

Oggi arriva nelle sale cinematografiche italiane il film del regista bulgaro Stephan Komandarev dal titolo “Directions – Tutto in una notte a Sòfia” distribuito da Wanted Cinema e di cui raccontavamo ieri a Radio Italia.

La prima cosa che si può notare guardandolo è il modo in cui il film è stato girato: con l’idea del documentario-reality, caratterizzato dai grandi movimenti della cinepresa a cui gli operatori sono costretti per cercare di catturare tutto quanto accade sulla scena, come se il regista nonostante le estenuanti prove non sapesse con esattezza cosa sta per accadere.

Ha raccontato di avere avuto l’idea di questo film seduto sul sedile posteriore di un taxi a Sòfia e scoprendo come questo mestiere nella capitale bulgara sia diventato una specie di salvavita per coloro che si trovano improvvisamente in difficoltà e hanno bisogno di un metodo per riuscire a sbarcare il lunario.

E’ la storia di Misho un piccolo imprenditore in difficoltà, vittima dell’inaccessibilità al credito, finito in una rete di strozzinaggio che passa attraverso l’apparente legalità di un bancario che come altri finisce alla guida di un’auto-gialla per sopravvivere e mettere in salvo la propria azienda; e di fronte all’impossibilità di riuscire nell’intento, in preda alla disperazione spara al bancario-taglieggiatore e poi rivolge l’arma contro sé stesso.

Basato su una vicenda realmente accaduta il film racconta come l’evento abbia scosso l’opinione pubblica intrecciando su questa le storie di altri tassisti che in qualche modo si incrociano e restano cucite insieme dal dibattito continuo sull’accaduto seguito alla radio mentre le rispettive storie, alcune particolarmente toccanti, si snodano lungo i 104 minuti del film.

Proprio per la presenza della radio in questo film entra in gioco Francesco Cataldo: la direttrice del doppiaggio Monica Pariante ricordando gli anni in cui conducevo Radio Italia di Sera, programma basato sulle telefonate con gli ha ascoltatori, mi ha chiesto di diventare la voce di questa radio che dà voce agli ascoltatori e ne raccoglie le opinioni sulla storia di Misho.

Così da oggi al cinema in questo bel film, insieme alle voci degli ottimi Massimiliano Lotti,  Mario Scarabelli, Gea Riva e la stessa Monica Pariante, c’è anche un po’ di me.

Aggiornamento: nel frattempo è in arrivo anche il DVD, sarà pubblicato il 6 febbraio e può essere prenotato già da ora su Amazon in prevendita.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.